Roma, 19 Ottobre 2022 alle ore 19:45 di Redazione ANSA

Alla Festa di Roma dramedy on the road di Andrea Zuliani

Un camper per un viaggio in Italia, dalla Basilicata in Trentino, di due ragazze in fuga e alle prese con l’elaborazione di un proprio lutto, E’ un elemento centrale in Le ragazze non piangono, dramedy on the road dell’esordiente Andrea Zuliani, con due carismatiche protagoniste, Emma Benini e Anastasia Doaga, in un cast che comprende Arianna Bergamaschi, Max Mazzotta e Matteo Martari.

Il film che debutta alla Festa del Cinema di Roma in Alice nella città – Panorama Italia, “nasce dal voler provare a raccontare quel momento della vita in cui ci crolla l’illusione di una visione idealistica degli adulti” spiega il regista.

L’incontro sul quale è costruito il film (prodotto da Rain Dogs, Twister Film e Showlab in collaborazione con Rai Cinema) è quello fra Elena (Emma Benini), 19enne che non ha ancora accettato la morte del padre, avvenuta anni prima (ancora ne custodisce il vecchio camper) e la 21enne romena Mia (Anastasia Doaga), che ha lasciato a Bucarest la sorellina e il padre alcolizzato, sognando una vita migliore. Quando la madre (Bergamaschi) di Elena, che si è rifatta una vita con un altro uomo decide di vendere il camper, anche per liberare la figlia da quel peso emotivo, la ragazza non lo accetta e fugge a bordo del mezzo, con l’obiettivo di portarlo in Trentino da un vecchio amico del genitore, Lele (Martari). Al viaggio si unisce Mia, che ha appena perso il fidanzato Radu ed ha un carico pericoloso da custodire. Insieme compiono un percorso che le porta anche ad esplorare la complessità dei sentimenti che iniziano ad unirle.

“Elena non ha mai elaborato il suo lutto – spiega Emma Bonini – e quel dolore è come se avesse bloccato la sua adolescenza. Grazie all’incontro con un mondo diverso, scioglie i suoi nodi emotivi”. Anche Anastasia Doaga ha trovato molto interessante il suo personaggio: “Mia è una ragazza diffidente, cresciuta un po’ troppo in fretta. Non ha avuto un’infanzia come quella di altri bambini. Nasconde il suo dolore a tutti e cerca di andare avanti. E’ un personaggio che mi ha toccato il cuore”.

Fonte: ANSA
#Le ragazze non piangono #Twister